INTER-LIVORNO 2-0

QUEL PASSETTO IN PIU’

Nel fottuto mese di novembre, causa strafottuta pausa per la strafottutissima nazionale, l’Inter giocherà in tutto tre partite, e al giorno 10 di queste tre partite ne ha già giocate due (da qui al 30 novembre, questo intendevo sottolineare, ne giocheremo una. Una sola in 20 giorni. Ma è vita?). Si, occhei, gli infortunati, le idee da riordinare, eccetera eccetera, sì occhei. Ma stavolta è una mezza iattura. Perchè nel mini-ciclo che ha preceduto il vuoto pneumatico di novembre, un mini-ciclo fatto di 4 partite in 15 giorni, tra il 26 ottobre e il 9 novembre, noi siamo stati tra i migliori, compresa la maledetta partita di Bergamo, e forse sarebbe stato meglio proseguire nell’inerzia di questo buon passo. E invece no, dannazione, ci fermiamo ad assistere alla solita diaspora, compreso un giuocatore che da noi non mette piede in campo da due mesi ma per la sua nazionale è abile.

Comunque, nel mini-ciclo di queste quattro partite (per noi Verona, Atalanta, Udinese e Livorno), la classifica delle prime sei è stata la seguente:

Juventus 12
Inter 10
Napoli 9
Fiorentina 9
Roma 8
Verona 6

I maledetti gobbazzi – che, ricordo, hanno già in tasca la qualificazione per gli ottavi di Champions – hanno sfruttato il mini-ciclo favorevole di 3 partite in casa e 1 fuori:  con Genoa, Catania, Parma e Napoli hanno fatto 12 punti, segnato 10 gol senza subirne e rimontato 4 punti alla Roma. Eh. Dietro la rovina del calcio italiano i migliori siamo stati noi: 2 in casa e 2 fuori, 10 gol fatti e 3 subiti, 1 punto rimontato al Napoli e alla Fiorentina, 2 alla Roma, 4 al Verona che per una giornata ci era stato davanti. Anche da questi piccoli particolari si nota quanto costi buttare nel cesso punti “quasi” fatti come a Bergamo. Ma questo era chiaro anche senza fare le classifiche avulse.

Alla quarta di queste quattro partite siamo arrivati un po’ con la lingua fuori, o comunque con le idee più confuse del solito. Nel giro di una settimana abbiamo fatto la partita forse migliore (Udine) e la partita forse peggiore (Livorno), accomunate però dall’unica cosa che interessa (i tre punti). E volesse il cielo che, dopo le pessime esperienze di Cagliari e Bergamo (più Torino), l’Inter abbia imparato anche a portare in porto le partite con meno lustrini, frizzi e qualche lazzo. Ora che la zona Champions è tornata a portata di mano, mi sarebbe piaciuto vedere a che punto si è situato il nostro tasso di cinismo. E invece no. Adesso bisogna lasciare spazio a Italia-Cecenia e Italia-Prussia (ho sparato a caso, manco so con chi giochiamo) e ci rivedremo tra due settimane di nulla. Noi andremo a Bologna, tutte le altre hanno un turno mediamente più facile: nel suo piccolo, sarà un altro bell’esame. Viva l’Inter.

livorno.jpg

 

INTER-LIVORNO 2-0ultima modifica: 2013-11-11T01:03:19+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

28 pensieri su “INTER-LIVORNO 2-0

  1. Ma……il fatto di avere sabato sera come assistente addizionale un tal Pairetto……non ha creato anche a voi un certo…disagio?No, per dire eh…

  2. “I maledetti gobbazzi – che, ricordo, hanno già in tasca la qualificazione per gli ottavi di Champions – “dopo aver preso 6 punti al Real Madrid, vorrei anche vedere

  3. Per contrastare l’astinenza, noi qui in Emilia, faremo sacrifici al Dio del calcio andando a vedere il 14 a Reggio , Italia – Irlanda del Nord under 21, e il 17 a Modena il Derby Modena-Carpi. ( per i meno introdotti il Carpi è lo storico antagonista del Sassuolo; sugli spalti della A quest’anno risuona spesso un inusitato “chi non salta, carpigiano e’ “).Sono momenti difficili, lo so.

  4. Non me la sono mai spiegata questa antipatia del Settore per le pause per le nazionali.Si recuperano energie e infortunati, mica è detto che in due settimane si perda il buon ritmo trovato fino adesso.Mah.

  5. tutto bello: il fatto che vinciamo partite che l’anno scorso avremmo perso, la statistica che dice che siamo li con i gobbi nonostante una campagna acquisti di livello medio/basso etc.etc.,ma c’è un ma caro settore….NEANCHE una parola sul ritorno del capitano a meno di 6 mesi dall’infortunio?????Ci lamentiamo del calcio moderno fatto più di numeri che di persone,che non esistono bandiere e lasciamo passare in sotto tono il ritorno del nostro CAPITANO??? certo non sarà maradona,ma quello che ha dato in tutti questi anni,l’attaccamento alla maglia,la voglia di INTER che questo campione ha dimostrato penso che meritino due righe.un ricordo per tutti: stagione champions 2009, girone elimitario, inter vs barcellona, lo zingaro che torna da avversario, possesso palla barça estenuante ed intimidatorio, meazza che assiste in silenzio il reiterato tiki taka consapevole che prima o poi il gol ce lo fanno, ma zanetti non la pensa cosi, sdradica un pallone a metà campo e si fà la fascia inseguito invano da 2 o 3 dei loro raccogliendo un angolo a nostro favore. boato dello stadio neanche avesse segnato in rovesciata dalla nostra area,il CAPITANO dà l’esempio, gli invincibili non esistono.non siamo vittime sacrificali.Come è finita lo sapete tutti…..BENTORNATO JAVIER!!!!!

  6. Gli arbitri con Noi vedono tutto persino i fuorigioco di 20 cm,Vi immaginate sé qualche decisione invece di andare sempre a favore di qualcuno (soliti noti) e sfavorevole per altri (soliti neroazzurri) si sarebbe ribaltata la cosa, Qui che si direbbe?Ps. rispetto per la curva, ma quello striscione non mi è piaciuto per NIENTE.sono Interista da sempre e quindi mi auguro sempre il meglio ma Massimo è stato un grandissimo a prescindere.Sempre Forza Inter

  7. Ma qualche considerazione su quanto successo a Salerno?Un vero schifo, e mi meraviglio che nessuno ancora ne abbia fatto menzione.Ditemi voi se nel 2013 è possibile ancora, nel calcio professionistico, giocare su campi così mal tenuti da causare infortuni a catena come successo ieri.Una pagina triste per il calcio e per il giardinaggio.

  8. oggi è il blog delle meraviglietutti si meravigliano di qualcosa che non viene menzionatoa tal propositovorrei ricordareche una volta in questo blogla gnocca era argomento frequente

  9. RobQuesta tua uscita non mi meraviglia.In verità ti dico che non dipende da me, ma dalla piattaforma.(muto gesto delle manette dinanzi allo schermo del pc).

  10. Scritto da: kalle1973 | 11/11/2013 | 14:05 bravo kalle, piccola nota di demerito a noi bloggatori, grande nota al padrone di casa che ha preferito farsi scrivere un post dalla sua commercialista, pieno di numeri e bilancini.Robla gnocca è stata sostituita dal festival di Sanscemo dove tutti si fa a gara a chi ha più ragione, ma la verità è che alla fine vincerà sempre la gnocca a tre giornate dalla fine e senza rigori a favore.

  11. Partita quasi inguardabile, vittoria importante….squadra “un po” scarica (giocano sempre gli stessi), ma questa partita l’Inter degli ultimi 2 anni non l’avrebbe mai vinta: quindi bene così, anche perchè gli altri mai hanno tirato verso la porta. Contento per il capitano, non era facile rientrare dopo un infortunio del genere a 40 anni, ha giocato nel finale ma era decisamente il più tonico dei 22 in campo, può essere un jolly prezioso per tamponare qulache buco in più ruoli.Band: aggiungerei una pagina triste per i produttori di palloni da calcio….un povero giocatore della nocerina si è infortunato calciando un pallone in avanti dalla propria trequarti. è evidente che il peso di quel pallone non fosse regolamentare (troppo leggero? troppo pesante?) causando così un infortunio muscolare all’incolpevole calciatore.

  12. Bravo Totooppure salti fuori il coglione che ha messo in campo una palla medica.Una pagina triste anche per i magazzinieri.

  13. Da mezzo tifoso e cattivo interista, vorrei farvi notare come mezza squadra del Livorno fosse a nostro libro paga, e se guardate bene la foto vedrete (anzi, non vedrete perche i fili sono di nylon sottilissimo) le marionette livornesi in posizione stand-by.Facile vincere così.

  14. a me non è venuto in mente nemmeno per un attimo, non ho il pregresso e nemmeno la fedina penale per farmi sfiorarediciamo piuttosto che saranno anche a nostro libro paga, ma da quel che s’è visto meglio che se ne stiano lì

  15. più che a Bergamo i due punti nel cesso sono stati buttati a Torino. mi accontenterei solo di quelli che sembravano ormai sicurissimi.

  16. direi che i rimpianti sono più col Cagliari, gol preso in pieno controllo al limite del gigioneggio, a Torino le circostanze erano sfavorevoli e sarebbe stata un’impresa portare a casa 3 punti, dopotutto all’espulsione avrei firmato per il pareggio

  17. Non saprei.L’Inter mi convince, ma mai abbastanza da farmi fare progetti veri.Col Livorno abbiamo stentato fino alla fine, con troppe squadre abbiamo dato l’impressione di essere fragili.Forse la prestazione che mi ha convinto di più è stata proprio quella contro la Juventus,in cui abbiamo giocato da grande squadra.A me mette tristezza non avere uno che sappia tirare le punizioni.Vedere che le buttiamo tutte mi mette una malinconia…Oh, parliamoci chiaro:ieri la Juve ha chiuso i giochi con una pennellata di Pirlo.Fossero rimasti sull’ 1-0, la partita avrebbe potuto prendere anche una piega diversa nel finale.I difensori prima di atterrare uno juventino al limite dell’area ci pensano due volteprimo perché è probabile che l’arbitro dia rigore,che non sarebbe manco la prima voltae poi perché anche la punizionela prima, Pirlo, te la sbagliala seconda magari anchema la terza entra.A noi invece, non ci pensano troppotanto a batterle ci va Guarine poi 9 volte su 10 son cazzi del raccattapalle andare a riprenderla.(sperando che la prossima sia quella giusta, of course ;))

I commenti sono chiusi.